• Praca: Pasja dla świata i ludzkości

    W dniach 1-7 sierpnia w Dobbiaco – w „Casa per ferie Europa” odbyła się konferencja „PRACA: PASJA DLA ŚWIATA I LUDZKOŚCI”. Zorganizowała ją Rada Instytutu, wzięło w niej udział dwadzieścia osób oraz wiele innych łączących się online z Brazylii, Indii, Malty i Polski. Profesor Roberto Rossini (krajowy prezes ACLI) zaproponował refleksję na temat relacji między pracą a powołaniem: pierwsza służy realizacji osoby, która powinna wykorzystywać swoje talenty i dobrze wypełniać zadanie, do którego jest powołana, aby  przyczyniać się do przemiany świata. Po podkreśleniu, że „praca powinna przede wszystkim tworzyć ludzi, a dopiero potem rzeczy”, prelegent przedstawił inne spostrzeżenia na temat wpływu obecnej pandemii na świat pracy oraz nierówności występujących na…

  • Trabalho: Paixão pelo mundo e a humanidade

    De 1 a 7 de agosto realizou-se em Dobbiaco – na “Casa per ferie Europa” uma conferência intitulada “TRABALHO: PAIXÃO PELO MUNDO E A HUMANIDADE”. Organizado pelo Conselho do Instituto, o evento contou com a presença de cerca de vinte pessoas presentes e inúmeras outras online, conectadas do Brasil, Índia, Malta e Polônia. O professor. Roberto Rossini (presidente nacional da ACLI) propôs uma reflexão sobre a relação entre trabalho e vocação: o primeiro serve para realizar a pessoa que deve utilizar seus talentos e cumprir bem a tarefa que é chamado a cumprir em vista da transformação do mundo. Depois de sublinhar que “o trabalho deve produzir pessoas antes das…

  • Work: Passion for the World and Humanity

    From 1st to 7th August a conference entitled “WORK: PASSION FOR THE WORLD AND HUMANITY” was held in Dobbiaco – at the “Casa per ferie Europa”. The event was organized by the Council of the Institute. About 20 people participated in person and several others, from Brazil, India, Malta and Poland participated online. Professor Roberto Rossini (national president of ACLI) presented a reflection on the relationship between work and vocation. Work serves to fulfil the person who must make use of his talents. He is called to carry out his work in view of the changes going on in the world. After emphasising that “work must produce men before things”,…

  • Il lavoro:passione per il mondo e l’umanità

    Dall’ 1 al 7 agosto si è tenuto a Dobbiaco – presso la “Casa per ferie Europa” – un Convegno dal titolo “Il lavoro: passione per il mondo e l’umanità”. Organizzato dal Consiglio dell’Istituto, l’evento ha visto la partecipazione di una ventina di persone in presenza e di numerose altre online, collegate dal Brasile, dall’India, da Malta e dalla Polonia,. Il prof. Roberto Rossini (presidente nazionale ACLI) ha proposto una riflessione sul rapporto tra lavoro e vocazione: il primo serve a realizzare la persona che deve far fruttare i suoi talenti e fare bene il compito che è chiamato a svolgere in vista della trasformazione del mondo. Dopo aver sottolineato…

  • Emergenza Covid-19

    L’attenzione per i problemi che l’Italia (e il mondo intero) sta attraversando a causa della pandemia ha portato la zona Italia del nostro Istituto ad una scelta concreta di solidarietà verso le realtà più in difficoltà della nostra nazione. Appoggiandoci a Caritas Italia, il nostro sostegno è andato alla Caritas siciliana il cui Direttore regionale, Giuseppe Paruzzo ha rivolto a noi queste parole: ” (…) desidero esprimere un sentito ringraziamento per la Vostra donazione e lo spirito di generosità mostrato. Il Vostro sostegno per i nostri fratelli più poveri, in un momento così difficile per l’intera popolazione, è un importante segno che nelle avversità tutti abbiamo l’obbligo di pensare a…

  • R. Zille

    Polska Wspólnota Instytutu Świeckiego Życia Konsekrowanego „Spigolatrici della Chiesa” (Zbierające kłosy Kościoła), z głębokim bólem informuje, że 6 marca 2020 roku w wieku 79 lat w Pordenone zmarła R. Zille. Pogrzeb odbędzie się o godz. 15.30 w parafii rodzinnej Zmarłej. Natomiast w Polsce Msza św. żałobna za śp. Renatę odprawiona zostanie przez Ks. bpa Mieczysława Cisło w Archikatedrze Lubelskiej we wtorek 10 marca o godz. 19.00. Renta Zille w latach 1986 – 2006 zainicjowała powstanie w naszym kraju polskiej wspólnoty Instytutu, którego charyzmatem jest wynagradzanie zniewag Jezusowi Eucharystycznemu miłością większą i powierzanie się Maryi, Matce Bożej Ufności. Była niewątpliwie osobą charyzmatyczną, która potrafiła rozpalić w wielu młodych dziewczętach, zwłaszcza studentkach…

  • 70 anni di storia

    Il 24 novembre scorso – in occasione della festa di Cristo Re – l’Istituto Spigolatrici della Chiesa ha festeggiato a Città di Castello il suo 70° “compleanno” con un breve incontro con il Vescovo, mons. Domenico Cancian, e la partecipazione alla celebrazione eucaristica. 70 anni fa, con un atto di coraggio, il vescovo di Città di Castello, Filippo Maria Cipriani, approvò la nascita di un Istituto con uno stile diverso di vivere la consacrazione a Dio, un modo inedito di intendere la vita consacrata. Ed approvò l’Istituto secolare “Spigolatrici della Chiesa”, la cui intuizione risale a Pia Tavernelli. L’Istituto nacque a Lippiano, sempre in questa diocesi, ma ben presto, sempre…

  • Incontro Responsabili di Comunità

    Sabato 2 novembre si è tenuto a Prato l’incontro delle Responsabili di Comunità della zona Italia. Il tema della giornata è stato: “Prendersi cura di sé e degli altri”. Alcuni passi dell’intervento della relatrice. «E’ interessante leggere un’antica favola latina, la numero 220  attribuita ad Igino, scrittore (o astronomo) latino del primo secolo d.C., riportata da Martin Heidegger nel paragrafo 42 di Essere e tempo. “La ‘Cura’, mentre stava attraversando un fiume, scorse del fango cretoso; pensierosa, ne raccolse un po’ e incominciò a dargli forma. Mentre è intenta a stabilire che cosa abbia fatto, interviene Giove. La ‘Cura’ lo prega di infondere lo spirito a ciò che essa aveva…

  • Convegno della zona Italia

    Dal 6 all’8 settembre 2019 si è tenuto a Prato, presso il “Monastero San Leonardo”, il Convegno della zona Italia dal titolo “Stare dentro la storia”. Sono intervenute due relatrici. La prima, Elisabetta Parrinello (assistente sociale) ha parlato del suo lavoro in sostegno alle donne vittime della tratta. “In compagnia delle donne e degli uomini del nostro tempo” è stato il titolo dato alla sua testimonianza di persona a contatto con la fragilità della gente e la complessità dei problemi della nostra società. La seconda, Barbara Pandolfi (insegnante di teologia presso l’ISSR della Toscana), ha presentato una riflessione sul tema del Convegno invitando al coraggio del cambiamento e ad abitare…

  • Rut

    Il libro di Rut è l’unico libro della Bibbia dedicato interamente ed esclusivamente alla storia di una donna, è composto di soli quattro capitoli e racconta una vicenda svoltasi in un periodo di circa dodici anni. Rut, la protagonista, era una moabita e proveniva quindi dal paganesimo e dall’idolatria che si praticava nella sua patria. Ecco la storia; un uomo della città di Betlemme emigrò con la moglie e due figli maschi nel paese di Moab, dove questi ultimi si sposarono con due donne del luogo. Il padre, di nome Elimelec, morì e poi morirono pure i due figli. La vedova, Naomi, rimase sola con le due nuore, Orpa e…